Senza categoria

Fine 2015..tempo di bilanci..


Ho tratto questa analisi da un’indagine effettuata da Confcommercio Emilia Romagna e vorrei condividerla con voi per trarne magari delle riflessioni:

“Moderata ripresa dei consumi per i negozi tradizionali di cartolibreria; sostanziale stabilità per l’abbigliamento. Sono questi i “segnali” che emergono dall’indagine di Confcommercio Emilia Romagna sull’andamento delle vendite nelle prime settimane di avvio dell’anno scolastico, realizzata attraverso il centro studi Iscom Group. L’indagine ha interessato nello specifico i negozi di cartoleria/cartolibreria/giocattoli e quelli di abbigliamento e calzature uomo-donna e specializzato bambini, a livello regionale.

Come rileva Confcommercio in una nota, un andamento nel complesso positivo quello delle vendite per le cartolibrerie regionali coinvolte nell’indagine, e comunque in miglioramento rispetto agli ultimi due anni: il 33% degli intervistati ha indicato infatti un andamento positivo delle vendite in queste prime settimane di avvio dell’anno scolastico, in linea con la percezione generale di una ripresa dei consumi da parte delle famiglie, che si riflette anche sulla spesa per il corredo scolastico. Per il 47% degli operatori le vendite sono risultate stabili. Decisamente aumentata la percentuale delle cartolibrerie che rilevano un incremento delle vendite rispetto allo scorso anno (+12%), mentre si riduce al tempo stesso il numero di quanti segnalano diminuzioni. Un inizio abbastanza soddisfacente per buona parte dei negozi della cartolibreria tradizionale, avvalorato anche dall’andamento tendenzialmente positivo per quanto riguarda la vendita di libri scolastici, nuovi o usati.

“La scelta delle nostre cartolerie – commenta Medardo Montaguti, Presidente di Federcartolai Nazionale e di Federcartolai Emilia Romagna – di puntare sulla qualità e sulla specializzazione del servizio, oltre che la capacità di innovare con nuovi servizi integrativi i punti vendita tradizionali sta cominciando a dare alcuni importanti risultati. L’avviata ripresa dei consumi ha consentito alle attività più tradizionali di recuperare, nel confronto con la grande distribuzione, una funzione di consulenza alla clientela spostando l’attenzione dal prezzo alla qualità e alla personalizzazione del servizio”.

Si conferma dall’indagine una precisa scelta di risparmio da parte delle famiglie per l’acquisto del corredo scolastico (lo rileva il 35% degli intervistati), che tuttavia non coincide necessariamente con l’acquisto del prodotto più economico. Tornano infatti ad aumentare le vendite per i prodotti di fascia intermedia, di qualità ma non necessariamente di marca. In aumento anche la spesa media pro-capite, rispetto allo scorso anno, per quanto riguarda l’acquisto di corredo scolastico: la spesa media per famiglia si attesta quest’anno a 117 euro. Tra i prodotti più venduti figurano zaini ed astucci – in questo caso si cerca ancora la marca – oltre a prodotti tecnici per la scuola: accessori per il disegno tecnico e per le materie artistiche.

“Se è vero che alcuni comportamenti della clientela si sono stabilizzati rispetto agli ultimi anni – dichiara Pietro Fantini, Direttore Regionale di Confcommercio Emilia Romagna – come ad esempio la grande attenzione al rapporto prezzo-qualità-servizio, è anche vero che oggi si impongono nuovi modelli di consumo basati sul ritorno all’esperienza dell’acquisto e sulla compresenza di diversi canali di vendita, che possono generare nuove opportunità di sviluppo ed innovazione anche per i negozi della rete tradizionale, e che devono trovare dal punto di vista degli strumenti pubblici di finanziamento la giusta attenzione”.

Dall’indagine emerge inoltre un andamento delle vendite stabile per il comparto dell’abbigliamento, all’interno di uno scenario non facile per il settore, che non mostra ancora in questo inizio di anno scolastico segnali di ripresa.

Complice il clima ancora mite delle seconda metà di settembre, che ha rimandato il momento del cambio del guardaroba, le vendite dell’abbigliamento si sono concentrate in gran parte su capi da tutti i giorni per bambino/ragazzo, come tute e t-shirt per la scuola e, per il comparto calzature, in sneakers e scarpe sportive in genere.”

Senza categoria

…IL MAGAZZINO..UN PROBLEMA O UNA RISORSA ??


Non molti anni fa ,con il termine “magazzino” si intendeva un deposito di merci.

Oggi ,invece,questo termine e’ sinonimo spesso di un “problema”, un costo del quale è difficile valutare la consistenza, e che risulta effettivamente impattante sul conto economico del negozio.

L’aumento compulsivo degli articoli richiesti dalla clientela, “viziata” da un’offerta ridondante, la riduzione drastica della vita media dei prodotti rinnovati e modificati dai produttori per favorirne la sostituzione, hanno infatti reso praticamente impossibile la corretta lettura della rotazione dei prodotti, ancor più nel caso di Cartolerie non informatizzate.

La riduzione dei margini operativi, imposta da un mercato che vede un persistente calo della domanda, obbliga ad una meticolosa e continua verifica del valore delle scorte che rappresentano inevitabilmente una riduzione della liquidità dell’azienda e comportano una conseguente rigidità finanziaria, estremamente pericolosa in periodi di credito limitato.

Certamente non esiste “IL” rimedio ad un problema così articolato e complesso, quanto piuttosto un insieme di accorgimenti per limitarne gli effetti.

Un aspetto, sottovalutato, che personalmente ritengo di fondamentale importanza nell’aggravamento del problema “magazzino” è l’approccio agli acquisti della maggior parte di voi

Un approccio ancora fortemente sbilanciato nella ricerca del miglior “prezzo” d’acquisto: questo parametro è considerato l’indice assoluto di economicità, che finisce con il trascurare tutte le ulteriori componenti di costo che si aggiungono al “prezzo” e la cui ricerca causa all’operatore un enorme dispendio di tempo che sarebbe meglio utilizzato se dedicato alla “vendita”, il vero aspetto critico.

A parte questa comune abitudine, oggi una corretta gestione del magazzino costituisce oggettivamente una seria difficoltà.

L’informatizzazione rappresenta un aiuto fondamentale per tutti coloro che hanno modernizzato le loro cartolerie, aiutandosi nella gestione con i vari software a disposizione, facili ed economici, anziché contando esclusivamente sul famigerato “fiuto”,oppure “occhio”…

Il numero di informazioni in gioco è oggi troppo alto per essere controllato “a vista”.

Io penso sia assolutamente necessario,organizzarsi con software che “contino” fisicamente sia la merce in entrata,che in uscita.

Lo so’ che starete pensando…” E’ difficile e ci vuole tempo…ecc..ecc..” ed e’ assolutamente verissimo,per0′ e’ altrettanto vero che rimane l’unico modo per monitorare il reale movimento della merce in entrata e sopratutto in uscita !!

Avere il controllo del proprio magazzino e’ importantissimo,specialmente in fase di riordino della merce.

Evitereste innanzitutto di dimenticarvi di ordinare gli articoli esauriti e sopratutto di ordinare quelli “nascosti” e giacenti nei meandri dei vostri scaffali…

Cio’ comporta sicuramente nella fase di improntamento e caricamento degli articoli,un lavoro pesante,ma vi assicurerebbe poi un monitoraggio e gestione del magazzino,assolutamente ottimale.

Per chiudere,vorrei farvi riflettere sul come gestire un calendario degli acquisti.

Il vostro Fornitore e Grossista a cui fate riferimento per gli ordini settimanali,prevede nel suo percorso di vendite,una scaletta programmata e con delle logicita’ legate alle richieste del momento e con delle Campagne di rifornimento a copertura dei momenti di maggior lavoro.

SEGUITELE !!!

Perche?

Perche’ sono studiate e messe in campo contrariamente a cio’ che si pensa per rimanere sempre assortiti e con le migliori condizioni sul mercato,senza appesantire inutilmente il magazzino.

Questo ovviamente accade quando le “pretese” restano basse e non rese complesse da “castelletti” per arrivare agli sconti,fuori misura.

Quindi,occhio a seguire troppi Grossisti,altrimenti perdete il controllo di cio’ che comprate,ma sopratutto perdete la logicita’ della scaletta commerciale.

Se vi concentrate solo sul PREZZO, a volte “civetta” che cela magari poi,un acquisto “pesante” ,non fate il bene del vostro “magazzino” ..

quindi seguite con fiducia principalmente il Fornitore che lavora con coscienza e non solo per “rimpinguare” le propie casse…

Spero che questa riflessione vi sia stata utile e se lo ritenete tale vi invito a mettere il vostro “Mi PIACE” e magari condividerla con chi vi fa’ piu’ piacere !!

Buon lavoro a tutti !!

Claudio Piovaccari

 

Senza categoria

Buoni Consigli Per Vendere Di Più Sotto Natale


Le settimane che precedono il Natale rappresentano un periodo particolare per voi; e quelli più attenti sanno che bisogna approfittare del momento e adottare le giuste strategie per catturare l’attenzione e spingere le vendite. La concorrenza in questo periodo si dà da fare, e tu devi fare di più, nel senso che devi sapere quali strumenti utilizzare e su cosa far leva.
Anche se l’allestimento del tuo negozio è importantissimo, devi sapere che non basta. Tu devi giocare su questo, sul fatto che molti credono che l’allestimento sia tutto quello che bisogna fare, ma invece c’è di più.

Non dare solo un motivo per entrare, ma dai anche un motivo per comprare; e lo puoi fare rendendo unica l’esperienza di shopping dei tuoi clienti.

Usa Facebook e gli altri social network

Ricorda, Facebook è molto ma molto potente. Promuovi la tua attività inserendo le cose interessanti che hai da offrire. Se vuoi veramente distinguerti, crea una fan page con design personalizzato.

Offri degli sconti

Il caro e vecchio sconto funziona sempre. Dovresti assolutamente fare degli sconti, e dai spazio alla fantasia. Per esempio, puoi dar la possibilità di estrarre a sorte un bigliettino con lo sconto da applicare….

Dai uno sconto ai tuoi clienti abituali

Se hai una lista di email, sarebbe perfetto se mandassi un buono ai tuoi clienti. Anche se hai un normale negozio puoi fare come i siti e-commerce e contattare i tuoi clienti abituali.

Spedizione gratis

Usando Facebook puoi “raggiungere” potenziali Clienti “lontani”,quindi,prova a fare due calcoli, e verifica se l’incremento di vendite ti permetterebbe di spedire gratis. La gente ama queste cose, e sono molto efficaci. Magari metti un simbolo su quei prodotti che hai scelto di spedire gratis, perchè te lo puoi permettere.

Metti in vista i prodotti che vanno di più

Tu sai esattamente cosa va di più. Ci sono dei prodotti che sono dei best seller, o ever green; mettili in vista !!

Usa i messaggi giusti

Il messaggio giusto per una promozione fa la differenza. Fai offerte limitate nel tempo, del tipo “solo per questa settimana”, “solo per oggi”, o indica se i prodotti rimasti sono pochi, con un “ultimi pezzi”. Evidenzia lo sconto.

Il Packaging

Mi raccomando…lo dico allo sfinimento,perché’ e’ importante,e quando sono in cartoleria,da dietro il banco ascolto i commenti dei vostri clienti,che apprezzano assai il pacchetto ben fatto ed originale….

Molti di essi ritornano ben volentieri nei negozi dove hanno ricevuto questo servizio,perché’ poi faranno bella figura  con chi ricevera’ quel regalo…

…e l’etichetta con il vostro nome sul pacco…fare’ il resto…;)

BUON LAVORO A TUTTI !!!!!

Senza categoria

Un Alleato Potente per vendere di piu’


Ciao! Oggi voglio parlarti dell’importanza di promuoverti e sul come farlo.

La prima domanda che ti faccio,e’:

Cosa fai per attirare nuovi Clienti?

Pensi che il semplice passa parola,possa bastare?

Avere un Sito? ( ..e se ce l’hai..come “veicoli i potenziali Clienti li’? )

Se la risposta e’ nulla, prova a pensare quale strumento,esiste per raggiungere il piu’ grande numero di persone possibili…

Esiste !!!

la parola “magica! e’ Social Media

Entra nel mondo dei social creando un account privato o aprendo una Fan Page è veramente molto facile, basta qualche passaggio e la procedura d’iscrizione è fatta !!

Quale Social Network, e’più utilizzato in Italia e nel mondo ?

Facebook

Zuckerberg, fondatore di Facebook, ha creato un vero impero che ad oggi conta 1,4 miliardi di utenti nel modo di cui 27 milioni solo in Italia !!!

Questo è il motivo principale,che spinge sempre più Aziende ad aprire la propria Fan Page perché è oramai palese che una fetta potenziale di clienti è lì.

Il numero di utenti e quindi la portata di visibilità a cui i tuoi potenziali Clienti possono avere accesso è veramente eccezionale ma, attenzione, non basta la sola apertura della Fan Page per avere successo ,ma per guadagnare un po’ di popolarità,e visibilita’,e’ necessario “faticare”  creando contenuti,proposte interessanti,per carpire la curiosita’ e le necessita’ di chi clicca e guarda la pagina.

Puoi scegliere l’area geografica,la fascia d’eta’ dei tuoi interlocutori e sopratutto il target,rappresentato dai settori o dagli interessi del tuo potenziale cliente.

Capisci quanto e’ importante fare una pubblicita’ mirata e non “sparata” sul mucchio ??

La landing page,ovvero la frase di presentazione della tua pagina, deve essere in primis, accattivante e deve suscitare l’interesse e la voglia di saperne di piu’ di cio’ che proponi e rappresenti.

Cosa mettere?

In primi puo’ essere utile inserire l’elenco dei servizi che offri,una promozione che hai intrapreso o semplicemente una vetrina degli articoli appena entrati in negozio.

Promuovere e divulgare la tua Pagina,va’ intrapreso come un vero e proprio lavoro, per far sì che funzioni, nulla dovrebbe essere lasciato al caso,perche’ tutto cio’rappresenta il tuo miglior biglietto da visita e perche’ la tua comunicazione,deve attirare nuovi e potenziali Clienti.

Non dire che non hai tempo…lo devi trovare !!!

Ci deve essere cura nel creare la tua Pagina, per evitare errori, e per rendere una comunicazione il più coerente possibile,ben venga inserire nei post,oltre agli argomenti,anche foto, link a testi o Siti che possano essere utili ed interessanti.

Cosa importantissima…rimani “sul pezzo” !!

Ovvero,non mescolare i tuoi contenuti “lavorativi” con post o condivisioni di “puro svago”

….quelli li gestisci sul tuo Profilo personale…;)

Inserire delle immagini è molto importante perché le persone sono molto più attirate da un post con un immagine rispetto ad un normale post con link di condivisione.

Una volta creata la tua Pagina Fan,e’ pero’ necessario promuoverla,per far si’ che tante persone possano vederla.

Che fare?

E’ necessario investire un piccolo budget.

Lo so’ che e’ un argomento “scomodo” ma oggi giorno i Clienti vanno “comprati”

Puoi stabilire tu’ la cifra ed il periodo di tempo.

All’inizio fai un piccolo test,con pochi euro, e vedi poi cosa succede..

A differenza della classica pubblicita’ su carta o radio,qui’ il riscontro e’ misurabile!!

Facebook, ti informa giornalmente, circa le visualizzazioni,i click di apertura pagina e la copertura degli utenti raggiunti.

Credimi, che questa non e’ cosa da poco,sapere con certezza,se la pagina e’ piaciuta o se necessita di correttivi…

Il loro “mi piace” e’ un contributo importante e consente di creare un database di potenziali clienti, a cui far pervenire tutte le tue iniziative future

La visibilita’ che offre questo potente strumento,se ben orchestrato,puo’ darti veramente,quella “marcia” in piu’ per il tuo business.

Negli anni passati,bastava il passa parola …ora i tempi son cambiati ed e’ assolutamente necessario promuoversi ed intraprendere azioni di marketing per acquisire nuovi Clienti.

Dieci anni fa’ bastava aprire un Sito,ed i risultati erano immediati,mentre ora il Web e’ pieno di Siti,quindi il Consumatore deve essere attirato e guidato su quella piattaforma,altrimenti il Sito serve a ben poco…

Pensa solo a come era importante tanti anni fa’,scegliere per il proprio negozio la posizione…

Magari hai accettato un affitto alto per questo,ma poi e’ bastato una pista ciclabile al posto del parcheggio,o una area diventata pedonale,per far precipitare o stravolgere il tuo fatturato..

Tutto cambia, e se si tenta di rinnegare l’evoluzione,e si resta fermi al palo, lasciamo “sul piatto” soldi ed opportunita’ che magari poi si accaparra il tuo concorrente li’ vicino, che inversamente a te’,si promuove e converte i tuoi Clienti..

La Crisi e’ innegabile, ma reagire e’ INDISPENSABILE !!!

Quindi pensa a Facebook non solo come intrattenimento e svago,bensi a come un tuo potente alleato per aiutarti ad aumentare  il numero dei tuoi Clienti.

Cerca su Google come fare per aprire una pagina Facebook,se non sai come farlo, o su Youtube e credimi che di materiale informativo ne e’ piena la Rete !!

Se pensi che possa essere utile tutto cio’,vuol dire che siamo sulla stessa lunghezza d’onda,se invece pensi che la crisi,la sfortuna,le banche..siano l’origine di tutti i mali, ti invito veramente a riflettere…;)

Bene! Ti ringrazio di aver prestato attenzione a questo articolo,e se ti e’ piacuto,come riconoscimento ti chiedo di mettere qualche stellina di gradimento in cima al post !!

Alla prossima !!!

Claudio Piovaccari