Senza categoria

Come reagisci agli insuccessi ??


Come reagisci agli insuccessi?

Oggi ti voglio portare a riflettere su come non siano solo,i fatti esterni a determinare i risultati,bensi’, alla differenza di come reagisci’ al medesimo.

La nostra memoria storica nel corso degli anni ha immagazzinato dei ricordi che sono rimasti indelebili nella nostra mente.

Quando ci ritroviamo ad affrontare una medesima situazione ,la nostra mente e memoria ci ripropone  le nostre credenze e convinzioni…

…..pertanto sarà’ la stessa  che ci dira’ come reagiremo,e a determinare alla fine il medesimo risultato…

Quindi in seguito ad un fatto esterno,la memoria lo elabora e manda poi il messaggio su come affrontarlo..

Cio’ spiega,perche’ lo stesso fatto,confrontato con altre persone,in seguito produce un risultato differente.

Un esempio,può’ essere che in molti ora utilizzano Facebook per promuoversi, ma non tutti ottengono gli stessi risultati.

Poniamo il fatto che due persone dopo aver intrapreso la Campagna su Facebook, ottengano entrambi un’insuccesso..

Cosa cambia?

Nel primo caso la sua memoria storica gli dice, influenzata nel corso degli anni da altri insuccessi,o mancati risultati ed esperienze negative che lo hanno coinvolto, a demotivarsi,ed a credere solo…che questa pubblicità’ non funzioni,pertanto si blocca e si abbatte.

Nel secondo caso invece con una mente addestrata a sperimentare ed intraprendere, reagisce in modo diverso.

Quindi,accetta l’insuccesso ,ma pensa invece a come cambiare la strategia,ed  a come cercare di renderla più’ efficace.

Cerca di capire come mai e’ andata male la sua campagna,quindi si mette li…..prova a fare altri test, cambia l’immagine, la scrittura prova a riscrivere il messaggio affinche’ passi un concetto più’ efficace..insomma reagisce e pensa in maniera costruttiva!!

… ed e’ qui’ che cambiano i risultati….

Nel primo caso l’azione ha portato la persona a demotivarsi e fermarsi

Nel secondo caso invece l’insuccesso,lo ha portato ad avere uno stimolo in più’,a lottare per essere più’ determinato e raggiungere il suo scopo.

Quindi spesso i risultati non sono influenzati da reazioni o fatti esterni a noi,bensi e’ il nostro approccio mentale che a causa delle credenze e memoria storica, fa’ si che tutti reagiamo difronte alla stessa situazione,in maniera diversa e di conseguenza otteniamo risultati diversi.

Che fare quindi,per cambiare e neutralizzare questa “trappola” che abbiamo “incorporata” a nostro malgrado in testa?

Dobbiamo prendere il controllo sul come reagiamo alle situazioni esterne.

E’ necessario un lavoro di introspezione,per capire quali sono i file giusti e quali sono quelli da neutralizzare e solo cambiando questi pensieri,cambieranno di conseguenza il nostro approccio con il business e quindi i risultati nei confronti della medesima azione.

Questa ovviamente non rappresenta “la scoperta dell’acqua calda,” anche perche’ questa riflessione serve in tutti gli aspetti della Vita,oltre a quella lavorativa, ma un buon lavoro di analisi ed auto critica aiuta veramente a risolvere situazioni,criticita’ed ad esprimersi in maniera diversa…

Pensaci un’attimo e rifletti…

Prova a pensare ad un accadimento ricorrente…vedrai che la tua memoria nel 90% delle volte ti ha portato a pensare ed a reagire nello stesso modo…

Io l’ho fatto,e la memoria storica me lo ha confermato…

In effetti e’ da tempi immemorabili che vige il detto:

>>> Cambia il tuo pensiero e cambierai il tuo risultato <<<

Buon lavoro ed alla prossima ! 😉

Senza categoria

Si riparte! 2017…Affrontiamolo cosi’….


Ciao! L’anno e’ da poco iniziato e con esso,tutto il carico “del fare e come farlo” !

Innanzitutto,dobbiamo ragionare su come e’ andato l’anno appena concluso,e se tutto e’ andato bene oppure se qualcosa e’ andato storto o al disotto delle nostre aspettative e’ necessario riflettere e “cambiare rotta”

Crogiolarsi sul fatto che “c’e’crisi” o che i Supermercati,i Cinesi ecc…non porta a soluzione,bensi’ porta a trovare delle “scusanti” per restare inattivi o “vittime ” del sistema…

Considerando che ovviamente,tutto cio’ esiste e rappresentano un’ostacolo alle nostre attivita’,non possono portarci a diventare vittime inerti.

Riflettiamo sempre sui motivi per cui i nostri Clienti ci scelgono…

lo hai fatto ? 

E’ per caso la tua posizione?

E’ per caso che sei molto empatico?

E’ per caso che tu applichi prezzi piu’ bassi?

E’ per caso che tu’ offri prodotti “qualificanti” ?

Risponditi..

Fare autocritica,aiuta ad individuare i problemi,e a cambiare strategia!

Io da sempre considero la “battaglia sul prezzo” una mossa suicida,ed il perche’ e’ lampante…

Ridurre i margini per sperare di vendere di piu’ spesso e’ una mera chimera…

Offrire servizi diversificati,prodotti qualificanti,di pregio ed investire su articoli differenzianti,invece rappresentano,una bella leva per porsi al di sopra della concorrenza.

“Spiare” i prezzi o comprare lo stesso prodotto, del tuo vicino..non ti qualifica e non ti differenzia…bensi’ attiri solo quei clienti che cercano il risparmio a tutti i costi,il quale poi,e’ pronto a lasciarti appena raddrizzi il tiro.

Quindi…ora che e’ il momento di fare gli acquisti importanti ed intraprendere la tua strategia per la Campagna Scolastica che attualmente rappresenta l’unica opportunita’di maggior Business e richiamo…mi raccomando…..IMPEGNATI !!!

Valuta tutto con attenzione,ma fai scelte ponderate e pensa in prospettiva a cio’ che andrai ad acquistare per attirare e servire i tuoi Clienti…

Non rinunciare a proporre cose nuove,solo perche’ hai articoli invenduti dell’anno passato…perche’ se sono rimasti invenduti…un motivo c’e’..

Crea un’offerta per “liberartene” ed abbassa pertanto il tuo inventario.

Se pensi di venderli quest’anno senza rimpiazzarli con prodotti nuovi,mi spiace ma ti “squalifica”…

Quando acquisterai,dovrai avere bene sotto controllo quello che sara’ la tua proposta da offrire alla tua Clientela!

Zaini,astucci,diari,cancelleria ecc ecc..

Tutto dovra’ essere ben presentato e sopratutto PROMOSSO attraverso un’opportuna campagna di comunicazione  sui Social Media,o volantini o quant’altro…

Ti devono trovare pronto e ti devono scegliere perche’ con il tuo assortimento ed insieme di proposte,gli andrai a risolvere il problema dell’acquisto iniziale!

Si’ lo so’ lo faranno anche i Supermercati,ma grazie a Dio,non detengono la percentuale totale del mercato e sopratutto tantissime persone preferiscono acquistare in negozio per evitare errori e rogne in senso lato.

Concludo pertanto con questo monito:

Preparati con dedizione e pensa a 360° ,immaginando gia’ come sara’ il tuo negozio a giugno-settembre, ragionando pero’ con la testa del tuo Cliente e pensando ai motivi per cui ti dovra’ scegliere tra i tanti!!

Io sono pronto ad aiutarti ed incoraggiarti e sopratutto aperto a ricevere critiche o suggerimenti….perche’ ricordati….che la condivisione delle “buone pratiche” rappresentano da sempre, opportunita’, al lavoro di Qualita’

Buon Lavoro !!!!