Gli Eventi servono in Cartoleria


Ciao ! Innanzitutto mi premeva Ringraziare tutta la platea che segue il mio Blog.

Cartoleria Vincente e’ nata dalla necessità e desiderio mio personale, di dare VOCE e dibattere di aiuti, consigli e problematiche che ogni giorno l’Universo del dettaglio Cartoleria, si trova ad intraprendere.

La mia visione non ha la pretesa di essere la Verità Assoluta, sia ben chiaro..ma di sicuro dopo oltre 30 anni di attività quotidiana sul campo, posso vantare di aver visto, provato e toccato con mano tutto cio’ di cui vado a dibattere.

Ogni giorno, aumenta il numero di fruitori e seguaci, e ciò mi dà le giuste motivazioni, per continuare a dare “voce” al Blog, per il quale ci tengo a precisare, non ha alcuna sponsorizzata ne tantomeno alcuna preferenza per nessuno ! (….nonostante gli inviti non siano mancati….)

Bene..ora passiamo all’argomento del giorno..

Gli Eventi.

Perche’ voglio parlare di Eventi? Semplice…perchè SERVONO !!!

  • Gli Eventi attirano l’interesse e la curiosità delle Persone, servono a dire “Ehi ! Io ci sono”
  • Ti distinguono dai tuoi simili e fanno parlare di Tè.
  • Sono la linfa e l’argomento preferito delle tue Pagine Social.
  • Portano Persone alla tua Cartoleria.
  • Ti aiutano a vendere meglio e nel breve periodo.
  • Danno lustro ed importanza alla tua Attività.

Pensi che sia poco o che non sia vero ? Bene…prova a pensare ad una qualsiasi attività a cui hai partecipato in seguito ad un invito…Eri l’unico? …non credo…e non credo oltremodo che a quell’appuntamento  ci saresti andato nel breve se non avessi ricevuto proprio quell’invito..

Quando parlo di Evento in Cartoleria, non intendo ovviamente la Serata Mondana, o l’Aperitivo di turno…bensì tutte quelle Attività di cui concerne l’Universo della Cartoleria.

Negli ultimi anni, ho assistito  al progressivo abbandono delle ricorrenze che nei tempi gloriosi che furono, davano “linfa e sostanza” ai mesi post scolastico, in quanto a detta di molti l’interesse dei Clienti era scemato..

Concordo sul fatto che certe Date non vedano più la Cartoleria come unica protagonista della  Ricorrenza, ma ciò non toglie che di fatto, segua il Nulla…

Il Nulla  porta come evince la Parola..il Nulla..

Troppo facile celarsi dietro alle scuse e all’apatia che ne comporta..

E’ assolutamente vero che gli interessi dei Consumatori sono cambiati, che i Protagonisti sono cambiati, che il Mondo cambia ogni giorno…e Tu’ cosa fai per cambiare???

….ci hai pensato? …bene..

Se la risposta è cosa devo fare, come devo muovermi e perchè…continua a leggere, altrimenti, se ti senti infastidito/a per la “provocazione”…ahime’… mi dispiace.. ma il mio intento non è compiacerti ed appoggiarti nel pessimismo…;)

I Modi, i consumi e gli interessi sono mutati, ma possiamo comunque rimanere aggiornati e “connessi” la Mondo che cambia.

Abbiamo di certo lo “svantaggio” che vendiamo un prodotto/servizio che in molti possono offrire e tutto cio’ che proponiamo è facilmente reperibile ovunque, sia on line che offline..

Proprio per questi fattori, diventa DETERMINANTE, creare l’interesse, far volgere le Persone dalla nostra parte, proprio con la creazione degli Eventi..

Esempi…

Rispolveriamo le varie attività che in tempi meno recenti attiravano le persone in Cartoleria..San Valentino, Carnevale, Festa della Mamma e Papà, le Comunioni o Cresime, il Party ecc ecc..

Non vanno piu’ ?? Non direi…certamente vanno trattati diversamente e con un pizzico di fantasia e taglio diverso dal consueto..ma credimi che bastano anche solo pochi prodotti ma proposti in maniera diversa e presentati come si deve sia in negozio che sulla tua piattaforma Social, per attirare tutti coloro che cercano qualcosa di alternativo nel tuo locale.

E’ chiaro che non basta acquistare ed appoggiare sul banco od in vetrina l’articolo, bensì il mio invito è quello di cercare sulla Rete tutte le informazioni ed idee che possano accompagnare il tuo Evento. Se cerchi ci sono !!!

Prova inoltre a pensare a quanti articoli nuovi entrano nel tuo assortimento ogni mese…

Come li promuovi ?? Informi i tuoi Clienti più affezionati? Come?

Metti in campo una Giornata dedicata? Fai provare il Prodotto?

Invii un messaggio od una mail autorizzata per far conoscere il nuovo articolo?

Credimi… diverse Cartolerie lo fanno e ti posso assicurare che attirano tante persone e l’interesse che ne consegue porta loro, frutti insperati..

Diventare il Riferimento ed il Protagonista per quel che concerne il tuo target, deve diventare il tuo imperativo giornaliero…e lo sai..

E’ difficile? Certo che lo e’ !!! …ma non impossibile…

E’ solamente necessario mettersi a studiare ed approfondire le procedure e le dinamiche del Mercato che cambia.

Studia i tuoi Clienti….se vedi che la maggior parte di loro viene da te’ per un determinato prodotto o settore, aumenta la specifica e specializzati oltremodo proprio su quello!

La nicchia per molti e’ stata la chiave di svolta del loro successo!

Compiacere a tutti è di fatto impossibile, mentre al contrario portare Soluzioni ed interesse a meno persone ma che diventano tuoi Fan e Sostenitori per una parte dei tuoi prodotti, e’ assolutamente possibile !!!

Gli Eventi SERVONO proprio a questo scopo, consacrano i tuoi Fan e ne produci dei Nuovi.

Portare i riflettori sù di Te’ rappresenta il modo migliore per farti conoscere, farti percepire come lo Specialista ed il Primo interlocutore nel tuo mercato di riferimento.

Se ti distingui dalla “massa” è inevitabile che ti Te’ se ne parli…Concordi??

Buon lavoro..;)

Claudio Piovaccari

 

5 RAGIONI PER FAR VISITA AL TUO NEGOZIO..


Oggi vorrei dibattere sul motivo per cui un Consumatore sceglie un negozio al posto di un’altro..

Pensi possa essere:

La posizione? i prezzi, il servizio ? la cortesia ? La competenza ?

Probabilmente questi elementi messi assieme permettono al tuo Cliente di preferirti oltremodo….ma anche l’occhio vuole la sua parte pertanto ti esorto a non commettere l’errore di  pensare che l’aspetto e lo stile del tuo negozio non siano importanti quanto la merce che hai scelto di proporre.

L’arredamento e le tecniche orientate agli stimoli sensoriali, sono fondamentali per fare in modo che sempre più clienti o potenziali clienti, passando di fronte alla tua cartoleria abbiano voglia di entrare a dare uno sguardo.

La vetrina infatti, è la tua ”ESCA” per eccellenza rivolta all’esterno: è grazie ad essa che hai la possibilità di farti conoscere, riconoscere, incuriosire ed attrarre anche quei clienti che non erano usciti con l’intento, di visitare la tua Cartoleria.

Oggigiorno, per sopravvivere, è di vitale importanza, offrire ai propri clienti un’esperienza diversa, coinvolgente ed anche se vogliamo… di spensieratezza.

Devi pensare al tuo negozio come a un luogo in grado di offrire qualcosa che vada oltre la pura esperienza d’acquisto e per questo che alimentare gli stimoli sensoriali può davvero aiutarti a trasformare dei semplici visitatori o curiosi, in veri e propri clienti.

Cosa rappresentano gli stimoli sensoriali, ovvero il  “visual merchandising” ??

Traduco il significato del termine: “Strategia di commercializzazione basata su stimoli sensoriali che, attraverso la comunicazione visiva, concorrono a rendere un punto vendita e i suoi prodotti accattivanti per chi entra e a convertendo l’immagine visiva in vendite.”

Interessante vero? Approfondiamo l’argomento…

In termini di comunicazione esterna la vetrina, in questo senso, è lo strumento per eccellenza.

La vetrina è, infatti, una finestra attraverso la quale i clienti possono farsi un’idea del contenuto del tuo negozio e del suo aspetto.

Dovrebbe essere concepita in modo da spingere i tuoi potenziali clienti ad entrare, per questo è importante curarla in ogni singolo dettaglio e fare in modo che cambi tema regolarmente, in base alle stagioni, le festività, i colori e le mode del momento.

Anche l’interno del negozio non deve essere trascurato e creare un ambiente caratterizzato da una comunicazione che  integra l’elemento esterno ed interno è senza dubbio la strategia più proficua ed azzeccata.

La scelta del Layout, ovvero la divisione interna degli spazi del Negozio, va’ studiata a monte, in base alle tipologie dei prodotti venduti, agli espositori, ai  tavoli, gli scaffali e le mensole.

Creare un ambiente perfettamente integrato ed invitante, è indubbio che sia più facile a dirsi che a farsi….ma..

Promuovo questi utili 5 consigli promossi da alcuni Clienti che già li applicano e dai testi che ho letto e carpito dalla Rete:

1.    Prepara un piano di medio periodo

Decidi cosa vendere e quali oggetti vuoi utilizzare per esporre la tua merce. Per fare ciò, fai uno schema del tuo negozio, ti aiuterà a decidere come e dove posizionare i prodotti.

Non agire nell’emergenza e nell’improvvisazione.. è importante pianificare: redigi un piano semestrale degli allestimenti della vetrina, perché cambiarla spesso, rappresenta un ottima Strategia per incuriosire. Includi le festività, le ricorrenze, le occasioni speciali.

2.    Crea un Tema che ti rappresenti

Se sei  una Cartoleria con delle specifiche che ti diversificano dalle altre…Mostralo !!

Hai una buona sezione scolastica? Concentrati su questi tuoi clienti.

Vendi anche giochi ? Puoi allestire uno spazio dedicato per far divertire ed interagire i bimbi.

In pratica devi essere chiaro sin dalla vetrina chi sei e cosa vuoi trasmettere al tuo cliente.

La mancanza di chiarezza è uno dei più grandi errori che si possono commettere in quanto si cadrebbe nella “fossa dei generalisti”..

Se il messaggio visivo non è chiaro, non potrà essere colto né apprezzato.

Uno spazio espositivo ben fatto racconta una storia

Devi stabilire un tema che venga richiamato in tutto il negozio, tramite un riferimento costante di colori, idee, luce ed anche profumi.

3.  Cosa acquistano i miei Clienti ?

Pensa al tuo attuale assortimento e al comportamento dei visitatori del tuo negozio, quando scegli cosa e come esporre.

E’ importante esporre prodotti che possano realmente interessare ai clienti. Per cui, quello che devi fare è studiare la cronologia delle vendite  per identificare le tendenze di acquisto, anche in base alla stagionalità, per poi decidere quale merce esporre o far risaltare in un determinato periodo.

4.    Realizza vetrine poco dispersive

Vetrine semplici ma particolari, possono raccontare una storia.

Realizzare una vetrina d’impatto presuppone certamente fantasia e capacità realizzativa ma ci si può avvalere per una buona ispirazione, anche dalla Rete…

Internet  è una fonte inesauribile,  di materiale “prezioso”. Puoi dare un’occhiata a Pinterest, il social dedicato alle immagini per eccellenza dove troverai una ottima selezione di vetrine da sfogliare.

Se disponi di una vetrina molto ampia e ogni volta non sai cosa metterci puoi ridurre la superficie trasparente semplicemente “inquadrando” una porzione con delle vetrofanie o con del rivestimento  dall’interno..Potrai dare grande importanza ed evidenza a un singolo oggetto.…creando curiosità…;)

5.    Semplifica e rendi pulito il tuo spazio espositivo

Parrebbe ovvio, ma la semplicità viene spesso sottovalutata.  Assicurati che i prodotti che vuoi mettere in risalto siano ben visibili, esposti in modo da attrarre lo sguardo e alla portata dei tuoi clienti. Non sovraccaricare la zona espositiva e utilizza adesivi o targhette per fornire informazioni base sui prodotti.Concludi alla fine assicurandoti, che tutto sia sempre in ordine e ben organizzato.

Bene… spero di averti “acceso” un po’ di spirito d’intraprendenza…

Concludo ricordandoti, che queste discipline sono il tuo miglior biglietto da visita….

Se vuoi, prova a seguire questi semplici accorgimenti e vedrai che in maniera significativa, contribuiranno a cambiare la percezione  del tuo Negozio, ed attirerai nuove Persone che contribuiranno a farti aumentare le vendite..!!

Grazie per l’attenzione…se ritieni questa riflessione utile, ti invito a mettere il like e condividerla con chi vuoi..

Buon lavoro !!

Claudio Piovaccari

Quanto servono Facebook ed Instagram per la mia attività ?


Ciao ! Bella domanda….ma con risposta pronta: MOLTISSIMO !!

In un Mercato globale dove oramai, tutte le domande  trovano soluzione con un clic, la risposta viene da sè…INTERNET !

Lo sai bene che e’ così, perchè anche Tù sicuramente quando hai necessità di trovare un prodotto o soluzioni, ti avvali della Rete..

Essere presenti in rete oramai significa ESISTERE, quindi e’ assolutamente VITALE conoscere le discipline e gli strumenti che ci permettono di essere visibili e propositivi.

Crearsi il Sito e’ conclamato oramai che non serve a tanto se non produce “traffico”, mentre al contrario i Social sono i veri Protagonisti assoluti.

Partiamo da Facebook..

Facebook non è più un semplice Social Network, ma un’insieme di ecosistemi che mira ad inglobare tutta la nostra esperienza digitale.

I numeri lo dimostrano:

  • 35,7 milioni di utenti attivi al mese solo in Itali
  • 1 minuto su 5 su mobile e’ speso su Facebook
  • 58% degli utenti ha più di 35 anni

Se mi chiedi a cosa serve ti rispondo così:

  • E’ uno Strumento unico per creare AUTOREVOLEZZA e STIMOLARE la FIDUCIA verso i tuoi Clienti o Prospect.
  • Un Canale formidabile per mantenere la relazione con i Clienti acquisiti
  • Un’ottimo modo per stimolare il PASSAPAROLA
  • Un’opportunità per coinvolgere potenziali Clienti e accompagnarli nella scelta di acquisto

Come tutti gli strumenti però e’ necessario al fine del miglior ottenimento di risultato, studiare l’apprendimento delle procedure per eseguire i processi di visibiltà e comunicazione.

Sul Mercato online ed offline si trovano testi ed e corsi utili all’apprendimento.

Creare la propria Pagina, curandone tutti gli aspetti tecnici: categoria, orari e luogo, immagine di copertina e l’invito all’azione, sono divenuti fondamenti importanti ai quali non puoi rinunciare.

E’ chiaro che CONOSCERE, richiede sforzo e tempo, ma ti assicuro che ne vale la pena..

Ci sono delle dinamiche e procedure che sono molto importanti per dare un segno di Autorevolezza e Fiducia, pertanto la Pagina deve essere sviluppata seguendo dei criteri ben precisi.

Consiglio di non pubblicare post che non riguardino la propria attività, nè la condivisione di argomenti che esulino dal proprio tema..( per quelli ci si affida ad un profilo personale..)

Pubblicare Eventi, News e Video invece sono il miglior modo per COMUNICARE e per PROMUOVERSI.

Da recenti studi , è emerso che i video CATTURINO molto di più l’attenzione e quindi il clic dell’Utente.

Ricorda che su Facebook oggigiorno si pubblica meno e si legge di più !!!

Per avere SUCCESSO con Facebook:

  • e’ necessario dare il messaggio giusto
  • alla persona giusta
  • nel momento giusto

Facebook però non deve essere usato come una Vetrina e non si “urla” con le Promo, perchè il sofisticato algoritmo che lo governa, poi non le fà apparire nelle bacheche dei tuoi interlocutori.

Al contrario INFORMARE, RELAZIONARE e produrre CONDIVISIONI invece ti fà apparire con più facilità.

La regola primaria che segue Facebook rimane sempre quella:

METTERE IN BACHECA SOLO QUELLO CHE INTERESSA PRINCIPALMENTE al suo ISCRITTO !!!!

Tutto viene tracciato: like, post, interessi, condivisioni e SOLO QUELLO PASSA sulle bacheche!!!

Per promuoversi poi dopo avere studiato le procedure è necessario spendere “due soldini” sulla Piattaforma…

Il bello di FB e’ che puoi scegliere il tipo di obbiettivo che vuoi raggiungere, il tema, il target del tuo cliente, la zona, l’eta ecc..ecc..

Quindi…PUBBLICITA’ MIRATA e sopratutto MISURABILE nei risultati !!

INSTAGRAM invece che come saprai e’ di proprietà di Facebook è diventata nel tempo, la piattaforma preferita per gli under 35 anni:

  • 22,3 milioni di Utenti attivi ogni mese in Italia
  • 60% preferita dagli under 35 anni
  • Audience più giovane
  • in forte crescita

Quì la platea di riferimento sono i più giovani, quindi il TARGET principe per i nostri prodotti.

Le Stories la fanno da padrone, e la visibiltà è assicurata se si produrranno contenuti   video, per promuovere i tuoi prodotti o servizi.

Non è fondamentale la Qualità dei video, bensì i temi che si sceglie di trattare.

L’interazione che offre questa piattaforma con Facebook la rende di fatto un’ottimo strumento multi canale.

Anche quì esiste la possibilità di passare al profilo business, che assicura con un modesto investimento di essere visibili e catturare l’attenzione di migliaia di utenti.

E’ necessario in primis, studiare le funzionalità tramite libri o le risorse gratuite offerte dalla Rete, ma i risultati ottenibili, sono certi e misurabili.

Per predisporre una strategia azzeccata serve domandarsi:

  • Come posso profilare i miei Clienti?
  • Quali offerte/prodotti “civetta” posso usare?
  • A quali bisogni/desideri rispondono i miei prodotti/servizi?
  • Qual’è il mio Pubblico? Genitori? adolescenti?

I Clienti di oggi comprano i VALORI.

Dobbiamo raccontare cosa rende i prodotti unici e perchè li consigliamo.

Se puoi quindi, usa i video, mostra cosa si può fare con il tuo prodotto, dai un messaggio semplice breve e chiaro.Concludi poi con un’invito all’azione.

Insomma… mettici la “faccia” perchè Tù ed il tuo Personale, siete il vero Valore aggiunto al tuo Negozio !!

Concludo con questi moniti:

  • I Social Media possono rappresentare una grande risorsa di business per il tuo negozio, ma se e solo usati con STRATEGIA, COMPETENZA e CONTINUITA’
  • I Social media NON SONO GRATIS: è necessario un’investimento costante ( anche se piccolo) per avere risultati.
  • La Creatività è fondamentale per attirare l’attenzione e coinvolgere: No ai post locandina.
  • Fai dei test per vedere cosa funziona meglio e investire i tuoi soldi in modo efficace.
  • Facebook ed Instagram si rivolgono a 2 target diversi ma univoci per il tuo business.

Bene…ora ti saluto, ringraziandoti per l’attenzione, e l’invito che ti porgo, se ti e’ piaciuto l’articolo, è quello di condividerlo con chi vuoi e dove vuoi e mettere un LIKE 😉

Claudio Piovaccari

 

L’inizio Scuola….e poi??


Ciao! Sicuramente sarai un provato/a dopo il lavoro di queste ultime due settimane di settembre…

L’inizio Scuola è un po’ come scendere in guerra..

Gli animi si scaldano per l’ultimo libro che non arriva, la fila, qualche persona maleducata di troppo, e le giornate, sembrano non finire mai!

Purtroppo è la particolarità del nostro Lavoro. Tutto accade nell’arco di queste 2 settimane..

Le liste di materiale richiesto dalle Insegnanti spesso contengono prodotti che “non esistono” se non nella loro testa e ciò procura ai Cartolai grattacapi ed ai Genitori pellegrinaggi assurdi alla ricerca dell’oggetto inventato..

Di sicuro sono certo che hai fatto del tuo meglio, e che ti sei adoperato/a alla stregua delle tue forze e possibilità.

Accontentare e compiacere tutti, non è possibile pertanto con questa serenita’ d’animo..ti dico: datti una bella pacca sulla spalla perché te lo devi 👍😉

L’inizio Scuola mi piace paragonarlo all’evento della Vendemmia…

Se si ha avuto cura e dedizione, pianificato nei dettagli la procedura di crescita e mantenimento delle viti, il raccolto non potra’ che essere eccelso e di primo livello.

Al contrario, invece, l’uva nascerà lo stesso, ma il sapore ed il valore sarà di poco rilievo..

Settembre rappresenta l’acume di tutte le strategie, sforzi ed impegno messi in campo e rappresentano gli esami del nostro mestiere.

Chi si appella alla Crisi lo comprendo, è vera, è pungente, ma spesso cela anche un’alibi all’inerzia e poca dedizione che si è profusa in ambito lavorativo..

In questo contesto mi riferisco al ” sano culo” che è necessario farsi per ottenere risultati apprezzabili..

Detto ciò..ora??

Dopo lo tsunami d’inizio scuola cosa mi invento??

I Genitori dopo aver subito file quotidiane per la lista giornaliera di turno ha la repulsione ad entrare in cartoleria.. e spesso magari in maniera più o meno velata lo manifesta pure..

Devi rimanere assolutamente focalizzato sul tuo target di riferimento!!

Devi dare loro un buon motivo per tornare da Te, nel più breve tempo possibile…

Cambia volto al negozio, alla vetrina, caratterizzalo con qualcosa di unico, che possa incuriosire..

Una volta fatto, comunicalo ai tuoi Fan con tutti i mezzi possibili!

Rimani concentrato e valuta tutte le Novità che ti vengono proposte, segui le correnti e se vedi che muovono interesse, spingi sul gas ed investi in quel comparto!

Chi si appassiona a qualcosa poi, perde la misura di ciò che spende perché tale interesse, gli dara’ sempre una scusa od una ragione per perseguirla..

Le primizie stuzzicano sempre e tante Persone entrano in Cartoleria solo per il piacere di curiosare e poi acquistare l’inedito.

Quindi ti esorto a non abbassare la guardia ed a muoverti!

Aspettare il Cliente sulla porta, non porta benefici..

Devi sedurlo, invitarlo, creare l’evento che lo porti a Te’..

Le mail, gli Sms, Facebook, Instagram, Messanger sono da usare!!

No hai tempo?? Ahia…risposta sbagliata..DEVI TROVARLO!!!

Il Marketing non va’ esercitato a spot, o solo se si trova il tempo…e’ la “VELA della nostra Barca” !!!

Solo cosi fuori dai tempi di “vacca grassa” si prospera!

È necessario mantenere un trend lavorativo medio/alto se si vuol sopravvivere…

Gli strumenti e gli studi te lo permettono…devi ovviamente applicarti e farti un po’ di “mazzo”..tutto qui’..

È banale? E’ brutale?..puo’ darsi..ma è la Verità…non ci sono scorciatoie..;)

Bene… detto cio’…Tutti al lavoro!!!

Un caloroso abbraccio a Te’ 😉👍

L’inizio Scuola e’ alle porte!


Ciao !!! E’ ora di fare qualche riflessione…dopo un po’ di ferie..;)

Le attivita’ scolastiche, riprenderanno a breve e come di consueto le cartolerie riprenderanno “vita” !!!

Per il nostro Settore e’ di fatto, il momento topico e di concentrazione delle richieste e delle vendite connesse.

Sostanzialmente al momento non ho visto grandi cambiamenti relativi alle strategie messe in campo dalle Cartolerie, da tutta la Filiera e dalla Grande Distribuzione

Quest’ultima come di consueto e’ bella pronta da settimane, con  offerte, ( molte delle quali eguagliatili dal canale tradizionale..)  e nel caos espositivo delle sue proposte, il cliente “furbo” cerca di far suo ciò che gli serve, credendo di aver risparmiato, e sperando di averci “preso” nella lista degli articoli da acquistare..

La “guerra” anche per il 2019, e’  intrapresa con le stesse metodologie.

Capire come muoversi non e’ facile, sia per chi deve vendere che per chi deve acquistare…

Quest’ultimi poi, si dividono tra quelli che cercano il risparmio a tutti i costi, e quelli che non si fidano e scelgono la Cartoleria per ovvi motivi.

Le Cartolerie  a livello di strategia, operano con assortimenti ed offerte da proporre tramite volantini. o buoni spesa.

Capire quale sia’ la strategia migliore e’ molto difficile, ma penso che proprio da questa scelta iniziale, si “attrarranno” tipologie di clienti diversi…

Quindi in primis, decidi che tipo di cliente vuoi…

Accogliere e soddisfare le aspettative e necessita’ di tutti e’ impossibile,

Il cliente che cerca lo sconto massimo, sui testi scolastici, sicuramente non lo vedrai in fila in  Cartoleria,.se non a fine campagna quando “disperato” inventando scuse assurde, cercherà di prenotare quei testi scolastici che la GDO non gli avrà’ consegnato…

La Fidelizzazione dei Clienti rimane tuttora la migliore delle strategie da intraprendere..

Ora metaforicamente parlando e’ tempo di raccolta, ma come ci insegnano le arti contadine, tutto dipende dalla semina!!! …quindi e’ VITALE iniziare molto prima !!!

La “campagna libri” per esempio, deve rappresentare uno step sì importante, ma deve portare in negozio un cliente già ”educato ” in precedenza,  con un programma di promozioni e comunicazioni tramite le mail ed i Social Network, che lo avranno accompagnato durante tutto l’anno.

Ia Cartoleria deve rappresentare per il Cliente “educato”, una soluzione per tutte le occasioni che le competono, e solo cosi’, molte più’ persone, saranno disposte a spendere qualche euro in più’, a fronte di un servizio migliore e professionale.

Il Cliente “infedele” non porta vantaggi, e spesso, causa disagi e problemi….

Al Cliente “educato” invece bisogna riservargli le migliori attenzioni e va’ ascoltato, se manifesta esigenze o richieste.SEMPRE !!!!

L’obbiettivo deve essere solo uno….FIDELIZZAZIONE  !!!

La Fidelizzazione porta fatturato “sano”!!

Un Cliente soddisfatto dispensa recensioni positive ai suoi conoscenti, e questo rappresenta per TUTTI una leva importantissima per acquisire nuovi clienti..

Non cercare di imitare la GDO, perchè ti porterà solo clienti “infedeli” lavorando di conseguenza senza margini!!

Attraverso i tuoi volantini ed una scelta accurata delle Marche presenti in negozio potrai comunque raccogliere una fetta importante del mercato, sopratutto per quello che riguarda la cancelleria visto la vastità della materia…

Il Cliente “fedele” dovrà trovare, un buon volantino con prodotti di marca, avvalersi dei tuoi preziosi consigli ed uscirà soddisfatto dal negozio evitando il disagio di pensare a quanto forse si sarebbe risparmiato se avesse girovagato nei vari supermercati…

Una lista scolastica completa e chiusa al primo colpo, rappresenta un vantaggio per entrambi !!

Quindi mi raccomando..

Presta massima attenzione a fine giornata nel ripristinare le scorte e non farti trovare impreparato !!!

Questo e’ senza dubbio alcuno, il momento  cruciale dell’anno, perché’  oltre a rappresentare la campagna piu’ importante, per fatturato e margini, rappresenta senza dubbio un’opportunità per accontentare i clienti “fedeli” ed i nuovi che lo diventeranno…

Bene…ora TUTTI AL LAVORO !!!!

Claudio Piovaccari

Cosa comprano le persone


…bella domanda eh? Sono certo che anche Tu’, tante volte te la sei posta…

Riflettendo a lungo e prendendo spunti da aneddoti e riflessioni, lette e viste in Rete, ho capito che la leva e la chiave di volta sono poche, ma efficaci..

Partendo dal presupposto che non si puo’ vendere e piacere a tutti e che comunque non e’ possibile commercializzare di tutto..

La prima domanda da porsi e’ :

I Clienti o potenziali tali, comprano una personalita’ o comprano un prodotto?

Ci sono diversi modi di fare business, ma nel Mercato di oggi, dove abbiamo gli strumenti per comunicare in modo diretto con i nostri clienti e potenziali clienti, la via del Personal Branding e’ la piu’ efficace e persuasiva.

Non intendo dire, che sia l’unica via, ma e’ quella che io stesso ho deciso di seguire per avere un rapporto diretto ed emotivo con i miei Clienti ed andare oltre a cio’ che vendo…

Io non vendo solo prodotti, che tanti altri miei competitor trattano in egual modo, ed  a condizioni paritarie, bensi io VENDO ME’ STESSO !!

Vendo il modo di Claudio Piovaccari, il modo di fare, consigliare, osservare, ascoltare, e questo e’ indiscutibilmente..unico..

L’Entusiasmo, la Passione ed il modo in cui rappresento la Vendita, penso siano la discriminante per la maggior parte delle scelte d’acquisto…ed e’ per questo che ti esorto ad esprimerti..

Quando sei davanti ad un Cliente o potenziale tale…VENDI TE’ STESSO !!

Si’ perche’ cio’ che vendi, lo possono acquistare ovunque, e da qualsiasi altra persona, ma se Tu’ gli “piaci”…e  se sei in grado di fargli capire che puoi aiutarli ed offrirgli soluzioni…allora sceglieranno di acquistare da Te’…

Considera che le persone non acquistano di solito un prodotto od un servizio in se’, ma cio’ che rappresenta e chi lo rappresenta.

Spesso acquistiamo per vivere un’emozione, o per emulare uno Status di un nostro beniamino..o vedere semplicemente l’emozione altrui dopo un regalo ad una persona cara..

Quindi  la leva principe e’ l’emozione e la soddisfazione che riceviamo nell’acquistare un’ oggetto ed  il relativo possesso…

Quando poi l’oggetto e’ proposto per esempio, da menti illuminate tipo Steve Jobs, si acquista anche un pezzetto del suo Genio, della sua Visione e Mission…

Guarda a caso dalla sua morte, in Apple qualcosa e’ cambiato….e’ venuto a mancare un Riferimento, ed il Mercato in generale lo sa’, che e’ spesso necessario associare un prodotto o servizio ad un personaggio che sa’ donare emozione, stima e spirito di emulazione per raggiungere numeri importanti.

Di fatto e’ comunque sempre l’Emozione, la Protagonista…i prodotti vanno e vengono, ma la tua Personalita’ invece andra’ oltre ai prodotti o servizi che andrai a proporre e sara’ la vera leva che motivera’ il tuo target di riferimento ad acquistare cio’ che vendi.

Ricorda...le Persone comprano le Persone e lo status che il tuo prodotto rappresenta..

 

 

La promozione come evento eccezionale


La promozione come evento eccezionale, originale e coerente.

La Scuola e’ finita, ma non sembra….perche’  comunque’ tra’ libri delle vacanze e prenotazioni di libri di testo, i Clienti frequentano ancora la Cartoleria..

Oggettivamente, la maggior parte di loro non e’ ancora interessata a tutto ciò’ che e’ bellamente già in mostra da un po’,, …

…sento spesso i Genitori, dire ai propri figli (che al contrario, sono già’ attratti dai nuovi diari, astucci e zaini…” )..

“C’e’ Tempo Tesoro !! La Scuola e’ appena finita…dai lascia stare li’…”

In effetti se ci pensiamo, come dargli torto, pero’ comunque questo e’ il nostro Show, e come tale e’ necessario mettere sul palco i nostri migliori Attori !!

Deve passare comunque il messaggio a quelli che rimandano: “ Ehi mi raccomando, ti aspetto !! “

Per fare cio’ ti esorto a pensare ed intraprendere una Strategia per tempo, studiando il da farsi,  e comunicarlo a tutti i Clienti.

Stabilire un piano di marketing e’ fondamentale, deve prevedere una buona Proposta per il Consumatore ed essere promossa tramite email, Social, ecc. nei tempi e nei modi dovuti.

Per parametrarsi a cio’ che la GDO da anni promuove con volantini , pubblicità’ tv e cartellonistica, in Cartoleria di solito, si offre un proprio Volantino con i prodotti più’ richiesti a prezzo scontato.

La ritengo da sempre un’ottima strategia, anche se con questo strumento, gli “opportunity seeker” non puoi fidelizzarli..

La promozione…definiamola:

La promozione, è un’attività di marketing finalizzata a influenzare il comportamento di acquisto del cliente attraverso l’offerta di vantaggi supplementari, in genere, di agevolazioni economiche.

Si tratta di un vero e proprio strumento, insieme e accanto agli altri, per la realizzazione della politica commerciale del punto vendita e, per questo, obbedisce a precise regole che ne decretano il successo o l’insuccesso.

Per definire però il significato di successo o di insuccesso di un’attività promozionale, è importante prima identificare gli obiettivi che si prefigge.

Si fa attività promozionale per:

  • Differenziare il negozio dai concorrenti
  • Rispondere all’aggressività dei concorrenti
  • Fidelizzare la clientela
  • Valorizzare prodotti/servizi specifici
  • Comunicare il dinamismo commerciale dell’attività
  • Enfatizzare circostanze/eventi particolari

La promozione funziona se è coerente con il posizionamento del negozio.

C’è un’immagine, un’identità, un mood con il quale il negozio si rapporta al suo mercato e anche la promozione, con il suo immancabile contenuto di convenienza, deve rimanere all’interno di  questo stile.

La promozione funziona se comunica un criterio di eccezionalità.

Un’iniziativa promozionale che si protrae per troppo tempo o, addirittura, priva di scadenza tende a perdere il suo effetto: il cliente fiuta la normalità e non l’eccezionalità dell’operazione e questo depotenzia la sua voglia di approfittarne.

La promozione funziona se offre un contenuto di originalità.

Bisogna saper usare un proprio linguaggio, uno stile grafico adeguato e dei testi accattivanti che parlino dal punto di vista di chi riceve il messaggio. Ogni persona è colpita quotidianamente da centinaia di messaggi promozionali e pubblicitari: è sempre meno facile “bucare” l’attenzione del target e portarlo nel negozio.

La promozione non è una svendita.

La promozione è un’opportunità che il negozio riserva ai consumato­ri per provare, a condizioni spe­ciali, la qualità dei propri prodotti/servizi. Questo approccio consente di di­fendere l’immagine professionale dell’Insegna da una possibile percezione che il prodotto sia in liquidazione e che quindi il prezzo, pagato precedentemente, sia stato eccessivo rispetto al suo valore effettivo. Insomma, l’offerta promozionale deve essere sufficientemente aggressiva da attrarre l’attenzione del target, ma non eccessivamente aggressiva da far perdere credibilità e sminuire l’apporto qualitativo e professionale del prodotto/servizio offerto.

la promozione funziona se favorisce un incremento di vendite aggiuntive e non se permette allo stesso numero di clienti di acquistare a prezzo scontato un prodotto che avrebbero comunque acquistato a prezzo pieno.Per vendite aggiuntive si intende l’incremento delle vendite dello stesso prodotto, ma, anche e soprattutto, l’incremento delle vendite di prodotti che il cliente non avrebbe acquistato e che la promozione gli consente di provare per la prima volta e magari poi di riacquistare in futuro.

È importante poi alla fine, effettuare un controllo economico accurato di quello che è successo, verificando se l’incremento delle vendite promozionali abbia effettivamente portato un incremento degli incassi e della marginalità.

È cosa diversa se l’obiettivo non è semplicemente il margine incrementale ma, per esempio, la riduzione di un eccesso di scorte di un certo prodotto.

L’utilità, in questo caso, va vista dalla duplice prospettiva del margine e dell’accelerazione della rotazione delle scorte.

Per ciò che riguarda la comunicazione della promozione al mercato, il primo discrimine sta nel target a cui ci si rivolge: clienti attivi o clienti potenziali.

Mezzi e contenuti vanno accuratamente scelti proprio a partire da questa importante distinzione, non dimenticando la progressiva importanza che vanno acquisendo il web e i social network.

Il negozio rimane comunque il primo e più importante veicolo del messaggio promozionale. .

Ultima considerazione: gli effetti di una promozione ben fatta e che funziona spesso non si esauriscono con il suo concludersi ma continuano ad agire nel tempo sulla perce­zione e sulla considerazione che il cliente ha del negozio, prima e del prodotto/servizio poi.

Oggi il cliente è consapevole e ha la memoria lunga: la proliferazione abnorme dell’offerta a sua disposizione lo spinge inconsapevolmente a individuare delle preziose, per lui, scorciatoie di fiducia e affidabilità per fare acquisti senza stress, dubbi e rischi percepiti.

… se sceglie il tuo negozio come scorciatoia, hai vinto!